sabato 27 maggio 2017

Feticismi illustrati del sabato: in prima più voucher che vertice.

In prima Repubblica dà più importanza al ritorno dei voucher che al G7 di Taormina.
E c'è anche un fondo di Marione sul Cacciucco Politico.

Ma il vero feticismo è l'esordio in prima pagina dello scrittore-collaboratore Giacomo Papi (lo leggiamo spesso sul Venerdì).


Lo sfoglio apre col G7 di Taormina. Tre gli inviati: Tonia Mastrobuoni, Federico Rampini e Alessandra Ziniti. Quest'ultima a Catania, per onor del vero.

Anche Marco Mensurati ha abbandonato Manchester.

Solo un pezzullo, firmato da Giampaolo Cadalanu, sulla strage dei 28 pellegrini cristiani in Egitto.

È da molto tempo che non leggiamo più un Bonsai di Sebastiano Messina.

(Rin)Aldo Fontanarosa si smazza le dimissioni di Campo Dall'Orto, Campo per Repubblica.

Elena Dusi inviata a Cerro Paranal (Ande cilene) per il telescopio da guinness.

E domani non dimenticatevi del gustosissimo triplo sandwich.


Nello Sport tiene botta il Giro d'Italia seguito magistralmente da Cosimo Cito.

Alessandra Retico, nuova signora dello Sport, si conferma motorista raccontandoci la Formula Uno da Montecarlo.

Oggi seconda puntata della rubrica menagramo Verso Cardiff.

Il fantastico mondo di Bucchi.

Feticismi Grafici: nasce la brevina-coccodrillo.

Feticismo per pipierrini dic quello di oggi a pagina 51: la "brevina unica" (di solito sono due) che diventa il coccodrillino di Toni Bertorelli.

Mai visto prima, salvo smentite.


Automarkette che ci piacciono: Gianni Mura che recensisce il libro di Anais Ginori.

Chi meglio di Gianni Mura poteva recensire Tour de France il nuovo libro di Anais Ginori che raccoglie i reportage politici della corrispondente parigina?

Trovata geniale.

Osservatorio Necrologi Illustri/2.

Osservatorio Necrologi Illustri/1.

La vignetta di ellekappa sul G7 di Taormina.

Osservatorio Incipit.


Lo strepitoso Altan in prima pagina.

L'Amaca di oggi: Serra alle prese con le fake news.

Il miglior titolo di oggi è del manifesto.

Le altre prime pagine di oggi.







La prima di oggi.

venerdì 26 maggio 2017

Feticismi illustrati del giorno: parte la rubrica menagramo "Verso Cardiff".

In prima pagina l'EMerito Diretùr Ezio Mauro torna a parlare di politica dopo parecchio tempo.

Sempre in prima, l'annuncio dell'inserto di 4 pagine dedicate alla Repubblica delle Idee di Bologna.


E a causa del ritorno dei voucher, lo sfoglio apre con il Cacciucco Politico. Non accadeva da tempo.

Tre paginate sulla sentenza del TAR che decapita la riforma dei musei. Ed è qui che scopriamo che l'intellettuale Antonello Guerrera è rientrato da Manchester.

Oggi, a differenza di ieri, tutto a posto nella nota informativa sul sondaggio Demos-Repubblica.


A Manchester, a far luce sul recente attentato, c'è rimasto solo Marco Mensurati.

Due paginate sul G7 che inizia oggi a Taormina. La sorpresa è che parteciperà pure la berlinese Tonia Mastrobuoni. E il londinese Franceschini intervista Bob Geldof.


La modista Laura Asnaghi è corsa al capezzale di Laura Biagiotti. E proprio mentre scriviamo queste righe, leggiamo che la stilista milanese non ce l'ha fatta. Rip.

Anche oggi Vivien Maier.

Nello Sport, per il tradizionale "parere dello scrittore", Matteo Nucci ci racconta i turbamenti del non più giovane Totti. E Repubblica fa partire la rubrica menagramo Verso Cardiff.








Altan per la Repubblica delle Idee di Bologna.


Osservatorio Necrologi (in famiglia).

Ciao Nanni, che la terra ti sia lieve.

È morto Giovanni Bignami, Nanni per gli amici, astrofisico e storico collaboratore di Repubblica e Espresso. Il coccodrillo è affidato all'ottima penna di Marco Cattaneo.

Ciao Nanni, che la terra ti sia lieve.

Osservatorio Infografiche non firmate: Generazione Amazon.

ellekappa sulla sentenza del TAR sui direttori nei musei.

È morta Laura Biagiotti, che la terra le sia lieve.

Oggi l'inserto di 8 pagine sulla Festa di Repubblica di Bologna. Non perdetelo.

Automarkette che ci piacciono: il nuovo libro di Gianni Mura.

Una chicca fresca fresca in arrivo dal Venerdì in edicola oggi: l'intervista di Marco Cicala a Gianni Mura in occasione dell'uscita del suo nuovo libro Confesso che ho stonato, che riporta in copertina un disegno di Altan.

Correte a comprarlo, se siete davvero pipierrini. E comprate anche Il Venerdì, ovviamente.


L'Amaca di oggi: Serra e il boss sedicenne.

Le altre prime pagine del giorno.







La prima di oggi.

giovedì 25 maggio 2017

ellekappa di giornata.

Il fantastico mondo di Bucchi.

Feticismi illustrati del giorno: nessun inviato a Stoccolma per la finale di Coppa Uefa.

Dopo Manchester, altra strage di ragazzini, al largo delle coste libiche, ma se ne parla meno.
Repubblica, però, ci fa la fotonotizia in prima.



Lo sfoglio se lo prende Trump, che ha fatto incazzare Papa Francesco sotto gli occhi di Federico Rampini.

Poi, una paginetta sulla strage dei bimbi migranti. Ci racconta tutto Alessandra Ziniti.

Sono (solo) 5 le pagine dedicate all'attentato di Manchester. Gli inviati rimangono comunque 4: Mensurati, Giovara, Franceschini e Guerrera. Quest'ultimo ha visto la finale di Coppa UEFA vinta dal Manchester United sul maxischermo in piazza insieme ai tifosi.


E oggi, per riparare all'assenza di ieri, c'è una piccola Spoon River firmata da Brunella Giovara.

E oltre al tradizionale "parere dello scrittore" (Tim Parks), c'è anche il "parere del cantante" (Moby).


Oggi doppio esordio in Nazionale per Roberto Biorcio e Alice Securo. 
In pieno Cacciucco Politico. In realtà si tratta di due collaboratore di Demos.


Repubblica sta picchiando duro con la pubblicità del volume fotografico dedicato alla grande artista Vivian Maier. E noi approviamo e apprezziamo.


Da non perdere, in Cultura, la recensione di Claudia Morgoglione del nuovo libro di Francesco Rosi I 199 giorni del Che. Con annesso estratto dell'autore.

È una vergogna che nessun republicone fosse a Stoccolma per la vittoria del Manchester Unuted in Coppa Uefa, nuovo trionfo del grande Mourinho. Solo una brevina.